LA NUOVA AMBASCIATRICE PHYTOMER

servane escoffier

PHYTOMER e SERVANE ESCOFFIER, UNITI DAL MARE

Mathilde Géduoin-Lagarde, che dirige PHHYTOMER insieme alla sua famiglia, e Servane Escoffier, co-direttrice dello yacht club BE Racing e skipper professionista, sono due ambiziose trentenni di Saint-Malo. Una ama scovare i migliori principi attivi per creare dei trattamenti di bellezza, l’altra non smette di rincorrere il vento per trovare la rotta migliore per la sua barca a vela. Sono entrambe appassionate di mare, sono imprenditrici e madri di famiglia. Mentre Mathilde con PHYTOMER si lancia nella corsa contro i più grandi gruppi cosmetici, Servane si prepara a prendere il largo per la 13 a edizione della celebre Transat Jacques Vabre 2017… Amiche d’infanzia, per loro è naturale collaborare per avere successo insieme in queste nuove sfide!
 

L’amore per la stessa città: Saint-Malo

Ogni trattamento, ogni prodotto PHYTOMER è strettamente legato a Saint-Malo. Dopo qualche anno, assumendo un posto di responsabilità, Mathilde ha accettato la sfida lanciata da suo nonno Jean Géduoin, che ha creato PHYTOMER nel 1972. La vivace trentenne fa splendere il marchio dalla costa di Smeraldo verso le più belle Spa e Istituti di tutto il mondo.
Anche Servane Escoffier cresce nella mitica città di Saint-Malo. Proveniente da una famiglia di famosi navigatori, la barca diventa presto la sua passione: colleziona i “Tours de France à la Voile”, le “Course au large” e altri “Tour du monde”… Figlia del suo paese, capo di un’azienda locale, abitudinaria della “Route du Rhum”, Servane è diventata una figura femminile rappresentativa della città corsara.


servane escoffier


Un’amicizia di lunga data: Servane e Mathilde

Servane e Mathilde si incontrano a 10 anni e non si lasciano più fino a 18 anni. Quando Mathilde si sposta a Parigi per prepararsi all’ingresso alla scuola di Commercio, Servane intensifica i suoi allenamenti di vela. A 26 anni diventa la più giovane skipper francese a concludere il Tour du Monde in doppio senza scalo durante la Barcelona World Race 2007!
Mentre Mathilde impara a navigare nelle acque del commercio internazionale – ha frequentato la HEC (Ecole Hautes Etudes Commerciales) – Servane accumula un bel palmares sportivo: 3 a alla Transat Jacques Vabre 2005 in Open 50, 2 a alla Route du Rhum 2006 sempre in Open 50… Le loro carriere decollano, e allo stesso tempo le loro famiglie si allargano, con 2 figli per Servane e 3 per Mathilde.
Ogni volta che si ritrovano a Saint-Malo, si ritrovano sempre sulla stessa lunghezza d’onda, e si sono promesse, un giorno, di mettere in comune le loro energie e rispettive esperienze. A settembre 2017, il marchio PHYTOMER decide di sostenere SERVANE nelle sue nuove sfide, soprattutto la 13 a Transat Jacques Vabre. Servane diventa quindi l’ambasciatrice PHYTOMER. Un ruolo che la navigatrice incarna perfettamente attraverso la sua vibrante passione per il mare, e il suo desiderio di femminilità e di una bella pelle, anche durante le gare.

servane e mathilde

La passione per la sfida: Scienza e Sport

Per essere sempre un passo avanti nel mondo della cosmesi, PHYTOMER ha creato un laboratorio unico di biotecnologie marine nella baia del Mont Saint-Michel. Mathilde e la sua equipe spostano sempre in avanti i limiti delle frontiere della Ricerca per trovare i principi attivi marini più efficaci per la pelle. Nel cuore del laboratorio, dei giganti acquari estremamente sofisticati, riproducono i movimenti e le temperature del mare, per coltivare delle alghe minuziosamente selezionate. All’amore per il mare e per la cosmesi, si aggiunge una vera passione per la sfida scientifica.
 
Per vincere una transatlantica, Servane punta innanzitutto sulla concentrazione. Il suo battello è una macchina da corsa all’avanguardia della tecnologia. Servane deve continuamente gestire con precisione tantissimi parametri: la tattica, il meteo, ecc. Per riuscirci serve anche un’eccellente condizione fisica. Con il suo compagno in barca e nella vita, Louis Burton, Servane si allena molto in mare, ma anche in palestra. E per mantenere e aumentare il morale, Servane confessa di concedersi ogni tanto dei piccoli gesti di bellezza mentre è in barca, come “applicare una crema cocoon, lenitiva e confortante”.


servane escoffier